Serie D: Palestrina-Algarve 72-58

logo della D

PALESTRINA: Braghese, Nozzolillo 12, Mattei, Moretti 4, Libianchi 9, Egwoh 8, Cristofari ne, Veccia ne, Samb 2, Cecconi 13, Pochini 7, Perna 17. All. Miglio
ALGARVE: Esposito 7, Vari 9, Collevecchio 2, Corradini 18, Bini 5, Pirozzi , Montecchiani 8, De Nicola, Amoroso 1, Trotta, Noce 8. All. Foschi
Parziali: 17-11, 37-25, 53-43

Inizio avaro di emozioni con un canestro di Vari e nulla più per oltre tre minuti di errori. Poi Palestrina si sblocca e ne mette sette in fila ma in un primo quarto comunque da punteggio molto basso l’Algarve si tiene a contatto per pagare allo scadere una tripla di Perna. Gli ospiti giocano bene in attacco con tanta energia a rimbalzo, e in difesa sporcando sovente le linee di passaggio, aiutata da un Palestrina ancora a fase alterna. Una tripla di Libianchi scrive il +10 ma a far male sarà la giocata di Perna che chiude il primo tempo sul 37-25. Di ritorno dagli spogliatoi altra rottura prolungata per i prenestini che annaspano per cinque lunghi minuti, il canestro è utopia e Algarve ne approfitta per rimettersi in gara arrivando addirittura a -3. Poi una rubata di Cecconi da la scossa e Perna si carica di responsabilità subendo una miriade di falli ben sfruttati in lunetta. Le bombe di Cecconi e Bini chiudono la frazione sul 53-43. Palestrina prima ha la forza di aggiornare il massimo vantaggio con Libianchi, poi rischia di complicarsi da sola la vita. Emblematico sul 64-53 il tiro da fuori concesso a Noce più il fallo su Montecchiani che regala di fatto cinque punti ai romani. Col +6 però Palestrina ritrova lucidità e lascia gli avversari a quota 58 andando ad incrementare il vantaggio a cronometro fermo e chiudendo la storia con i primi punti di Samb 72-58.

Lascia un commento